Pier Francesco Cittadini detto il Milanese

Tavola imbandita con tappeto, frutti, dolci e fiori, due bambini, un pappagallo e due cani (detta Il Credenziere)

XVII secolo

non esposta

L’abbondanza esibita su questa tavola imbandita evoca il pomeriggio estivo di una nobile famiglia che attende ospiti importanti, ai quali vuole offrire qualcosa di delizioso per il gusto, l’olfatto e la vista come i fiori, i frutti canditi e la cotognata.

Tutto sembra ormai pronto, così i due giovanissimi domestici si distraggono, giocando col pappagallo, volatile esotico addomesticato a posarsi su di un dito e, forse, anche a ripetere qualche parola, particolare che aggiunge al piacere dei sensi richiamato dal dipinto anche un evidente riferimento al tatto e all’udito, evocato anche dai cani. 

Il genere della natura morta con figure, in voga nel Seicento quando era praticato anche da Paolo Antonio Barbieri, fratello del Guercino, era particolarmente apprezzato per la decorazione di dimore eleganti, in quanto rappresentava raffinatezza e benessere economico. 

Come il dipinto di analoga concezione a cui è abbinato, raffigurante la Natura morta e giardiniera con canestro di fiori in testa, questo bel dipinto da stanza da prova dell’abilità tecnica dell’autore nella restituzione dei diversi materiali e delle diverse tattilità delle superfici.  

 

Opera temporaneamente esposta alla mostra L'incanto del vero. Frammenti di quotidiano nella natura morta tra Sei e Settecento.

Modena, La Galleria BPER Banca

5 marzo - 30 giugno 2024.

 

Autore Pier Francesco Cittadini detto il Milanese
Tipologia Dipinto
Tecnica Olio su tela
Misure 116x152cm