Cremonini Giovanni Battista

Deposizione di Cristo

XVI secolo

esposta

Mentre viene deposto dalla croce dove è da poco spirato Cristo, con il corpo pallido e il braccio arcuato, è rappresentato secondo un modello molto diffuso nel Cinquecento, mentre il giallo evidente dell’abito di Maddalena, colore tradizionalmente attribuito alle prostitute, ci ricorda il ruolo della donna che fu accanto a Gesù negli ultimi momenti della sua sofferenza terrena, riscattando il suo passato attraverso la conversione e il dolore per la perdita. 

La Deposizione si trovava infatti sull’altare dedicato a santa Maria Maddalena nella chiesa centese di San Pietro. Il dipinto adotta il linguaggio emotivo della pittura liturgica di fine Cinquecento, in linea con le indicazioni della Controriforma. 

Giovan Battista Cremonini fu il pittore centese più attivo prima del Guercino. Nacque da una famiglia originaria di Cremona nella frazione centese di Corporeno e, dopo, la prima pratica presso la bottega paterna, a partire dal 1569 fu a Bologna dove, entrato nella Compagnia dei Pittori, ricoprì cariche importanti. Con la sua bottega, molto attiva, ha realizzato numerose opere decorative, anche se poche sono ancora visibili e ancor più rare sono le sue opere su tela attualmente note. 

Autore Cremonini Giovanni Battista
Tipologia Dipinto
Tecnica Olio su tela
Misure 232x168cm

Opere correlate