Ficatelli Stefano Felice (Figatelli/Fegatelli)

Santa Rita da Cascia sorretta dagli angeli nella meditazione sulla passione di Gesù Cristo

XVIII secolo

esposta

Santa Rita è rappresentata nel momento dell’estasi mistica, mentre si trova nel monastero agostiniano di Santa Maria Maddalena, a Cascia, intorno alla metà del XV secolo. La meditazione sulla passione di Gesù Cristo è intensa, due angeli la sostengono e un terzo in volo le si avvicina porgendole un calice, mentre dalla croce luminosa che regge nell’altra mano si stacca un raggio di luce che si conficcherà come una spina nella sua fronte, un dolore che la santa sopporterà poi per molti anni. 

Come Monica, anche Rita è una figura chiave della spiritualità femminile agostiniana, un esempio di virtù e di sopportazione della sofferenza nella fede. Il soggetto dell’opera era dunque pertinente alla sua originaria destinazione, nella chiesa del monastero centese di Santa Caterina, ora Cappella dell’Ospedale di Cento. 

A Cento, la devozione alla santa viene ancora ricordata il 22 maggio con la benedizione delle rose nell’attuale monastero di clausura delle Agostiniane.

 

Autore Ficatelli Stefano Felice (Figatelli/Fegatelli)
Tipologia Dipinto
Tecnica Olio su tela
Misure 210x105 cm

Opere correlate