Galletti Stefano

Michelangelo Buonarroti assorto nel progetto di una statua

XIX secolo

esposta

Il celebre scultore rinascimentale è raffigurato con la cuffia in testa e martello in mano, intento a meditare sopra un blocco di marmo appena sbozzato nel quale già si riconosce uno dei suoi celebri Prigioni.

Si tratta del modello per la commissione pubblica di due statue in pietra, raffiguranti Michelangelo e Bramante, destinate a ornare la trabeazione del prospetto d’ingresso del nuovo Palazzo delle Esposizioni di via Nazionale a Roma, parte di un ciclo di dodici sculture dedicate a famosi artisti italiani, compiute da diversi autori attivi nella capitale. Dell’opera definitiva, pubblicamente presentata all’Esposizione Nazionale di Roma del 1883 e poi collocata nella sua destinazione dove ancora di trova, esistono varie prove. Fu donata alla comunità perché fosse esposta in Pinacoteca per volontà dall’artista stesso. 

Autore Galletti Stefano
Tipologia Scultura
Tecnica Gesso
Misure 110x44x42cm