Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino

Sibilla

XVII secolo

non esposta

Abbigliata all’orientale con una veste preziosa ornata da gioielli e di un turbante di gusto esotico, abbigliamento che nel Seicento si riteneva tipico delle profetesse dell’antichità, la sapiente sibilla è assorta nella lettura di un’iscrizione su una lastra di pietra, mentre, con un calamaio, tiene il segno nella pagina del libro dei responsi dell’oracolo che sta consultando. 

Soggetto ricorrente nell’opera del Guercino, è opera del periodo di transizione del pittore, che in questa versione appare particolarmente ispirato alla naturale bellezza della donna. La morbida figura è, infatti, immersa in un forte contrasto di luci e ombre, che danno consistenza e vivacità alla sua presenza. 

Si tratta di un dipinto da stanza di notevole impatto, anche per l’intensità cromatica e la spontanea torsione del collo tornito della giovane. 

L'opera appartiene alla Collezione d'arte della Fondazione Cassa di Risparmio di Cento ed è in deposito alla Civica Pinacoteca.

 

Opera temporaneamente esposta alla mostra Guercino. Il mestiere del pittore.

Torino, Musei Reali, Sale Chiablese

22 marzo - 28 luglio 2024.

 

Autore Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino
Tipologia Dipinto
Tecnica Olio su tela
Misure 69x79cm